Il 28 dicembre, dalle 16 in poi presso l’Ostello del comune di Capannori il Rio di Vorno (LU) si terrà un incontro seminariale sugli scenari che coinvolgono il distretto cartario (il più importante d’Europa. Esso affronterà tematiche decisive per i prossimi anni riguardanti le politiche industriali, la qualità ambientale e sanitaria delle comunità.

Si partirà alle ore 16 con le criticità e le opportunità che derivano dagli scali merci considerandone in primis il sottoutilizzo di quello del Frizzone (con alcuni tronchetti ferroviari realizzati e mai utilizzati come quello di Tassignano) e da una realtà che vede ogni giorno sulla strada 3000 camion immessi dalle cartiere (quasi un milione ogni anno)in un ambiente stressato ambientalmente da polveri e da inquinanti. Dei passi in avanti se ne stanno facendo anche con lo scalo merci realizzato recentemente sul versante garfagnino ma è evidente come ciò sia assolutamente troppo poco cosi’ come risulta del tutto insoddisfacente l’impegno degli enti quali la Regione e dello stesso Ministero per favorire il trasferimento delle merci sulla rotaia riducendo il traffico. Ne parleremo con amministratori e aziende private del settore della logistica avanzando concrete proposte.

Nella seconda parte si parlerà invece della industrializzazione del Progetto Europeo “ECOPULPLAST” finanziato dall’UE relativo al recupero di materie contenute nello scarto di pulper. Progetto fortemente innovativo e già operativo su scala pilota all’interno della Selene in grado di trasformare le plastiche eterogenee contenute nel pulper in pallet. Purtroppo il progetto KME di Fornaci di Barga che prevede un inceneritore per bruciare lo scarto delle cartiere (progetto ancora non formalizzato9 si pone in diretto contrasto con Ecopulplast che, tra l’altro, rappresenta uno dei pochi concreti esempi della sbandierata “economia circolare”. Ecco perchè accelerare il processo di industrializzazione di Ecopulplast per realizzare in meno di due anni un impianto in grado di trasformare i materiali contenuti nel pulper in manufatti a partire dai pallet significherebbe risolvere in modo positivo il fabbisogno di “smaltimento” delle cartiere ma soprattutton anche ad affermare embrioni di nuove politiche industriali attente alla qualità ambientale oltre che alla sostenibilità economica.

A questo seminario aperto a tutti parteciperanno rappresentanti di aziende, di centri di ricerca, rappresentanti politici di gruppi consiliari (hanno già dato conferma di partecipazione i consiglieri regionali del 5 stelle), amministratori, associazioni e sindacati a partire dalla Valle del Serchio. Hanno garantito la partecipazione l’assessore all’ambiente del comune di Capannori, l’assessore all’ambiente del comune di Borgo a Mozzano, l’assessore all’ambiente del comune di Gallicano.

Per partecipare è meglio iscriversi (è prevista una cena su prenotazione presso il ristorante dell’Ostello) tel. 3382866215.

Per l’Associazione Ambiente e Futuro
per Zero Waste Italy
per il Centro Ricerca RZ del comune di Capannori
per Zero Waste Europe
Rossano Ercolini