A Parma i docenti della scuola media Ferrari hanno ideato un progetto interno alla loro realtà intitolato “La nostra scuola più pulita”, volto a sensibilizzare più efficacemente gli studenti sul tema della raccolta differenziata e sul rispetto degli spazi condivisi, con la convinzione che quanto appreso tra i banchi contribuirà anche in questo caso a formare i cittadini di domani, cittadini sicuramente più consapevoli e responsabili. Come? Rendendo gli alunni protagonisti delle loro azioni quotidiane, nel luogo dove trascorrono molte ore della loro giornata, la scuola, e innescando comportamenti virtuosi attraverso una sana competizione. Infatti, un’apposita commissione valuterà l’impegno di ciascun gruppo classe nello svolgere i compiti assegnati, ovvero:

1) conferire correttamente i rifiuti negli appositi contenitori;

2) mantenere pulita la propria aula e il proprio atrio.

Turnando mensilmente, ogni classe individuerà uno o più addetti, incaricati di controllare che tutti si impegnino al meglio. La commissione formata da 2 docenti, 2 studenti delle classi terze e 2 collaboratori scolastici valuterà ogni mese il raggiungimento degli obiettivi assegnando un punteggio. In base alla classifica finale, verranno a fine anno scolastico decretate le classi “più riciclone e ordinate”; alle prime per ciascuna categoria sarà consegnato un premio. Giunto alla sua seconda edizione, il progetto “La nostra scuola più pulita” ha ottenuto risultati tangibili nella gestione sia dei rifiuti che della pulizia dei locali, ma soprattutto nel coinvolgimento attivo dei suoi studenti che si impegnano e gareggiano per essere i più virtuosi.