A Capannori, con l’elezione di Giordano Del Chiaro, a cui vanno le più sincere congratulazioni da parte del’ass.ne Zero Waste Italy, si conferma ancora una volta la strategia Rifiuti Zero. Capannori è stato il primo comune che nel 2007 (allora era sindaco Giorgio Del Ghingaro) ebbe il coraggio per primo in Italia ed in Europa di “sfidare” i rifiuti approvando la Delibera (o Protocollo Rifiuti Zero e Zero Waste).

Da allora con grande continuità e coerenza sono stati raggiunti risultati eclatanti non solo in termini di percentuali di raccolte differenziate ma soprattutto di riduzione dei rifiuti (praticamente dimezzati dal 2003), anche grazie alla istituzione, avvenuta nel 2010 del Centro Ricerca Rifiuti Zero del Comune che ha costantemente analizzato il RUR (Rifiuto Urbano Residuo) aprendo casi studio soprattutto rivolti a coinvolgere la Responsabilità Estesa dei Produttori (famoso ma certo non l’unico quello sulle capsule del caffè) e mettendo all’indice la “Doppia Sporca Dozzina” di prodotti non riciclabili e dando vita in collaborazione con circa 30 aziende alla Vetrina dei Prodotti Rifiuti Zero. Significativa anche la realizzazione di un Sistema della Riparazione e Riuso che vede la presenza di ben 6 centri finalizzati a questo scopo che oltre a coinvolgere molti volontari significa 30 posti di lavoro.

La vittoria di Giordano De Chiaro che anche da assessore ha seguito e collaborato con il Centro Ricerca Rifiuti Zero non era scontata soprattutto in questa modalità che lo ha visto vincente al primo turno con oltre il 62% dei consensi. Ma soprattutto considerando anche il tentativo  dello schieramento di destra di promuovere  un’opposizione demonizzante  alla realizzazione di una piattaforma di riciclo di pannolini-pannoloni all’insegna di falsificazioni senza precedenti ignorando addirittura che in altre zone del Paese (come Treviso) dove molti comuni sono guidati proprio dal centro destra questa piattaforma è già in buona parte realizzata.

Ora Capannori ha altri 5 anni per arrivare ad azzerare davvero i rifiuti ponendosi fuori dal ciclo tossico di inceneritori e discariche nel segno dell’Economia Circolare.

L’ampia vittoria di Giordano Del Chiaro riteniamo che in parte importante sia dovuta anche  alla “narrazione” del Progetto Rifiuti Zero che probabilmente è ciò che più  ha reso Capannori conosciuta a livello internazionale.

Un grazie anche ai sindaci precedenti Giorgio Del Ghingaro e Luca Menesini. L’universo Rifiuti Zero, locale, nazionale ed internazionale non mancherà di fornire tutto il proprio  supporto alla nuova amministrazione, fatta soprattutto da giovani come Matteo Francesconi molto impegnato da sempre nel Progetto Rifiuti Zero. Siamo già al lavoro per questo.

Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Italy

Giordano Del Chiaro, nuovo sindaco di Capannori (LU)